Perché con un sistema radiante i costi

di riscaldamento si riducono notevolmente

Ridurre i costi con il riscaldamento a pavimento

Fattore di risparmio n. 1: bassa temperatura di mandata

I radiatori tradizionali richiedono una temperatura di mandata di circa 70 °C. L'acqua che viene immessa nel circuito deve quindi avere una temperatura di almeno 70 °C. A parità di comfort abitativo, un sistema a pannelli radianti funziona con una temperatura di mandata di soli 35 °C, offrendo in tal modo un risparmio di energia primaria fino al 20%.

Fattore di risparmio n. 2: sensazione di comfort a temperature più basse

Con il riscaldamento a pannelli radianti, in genere è sufficiente una temperatura più bassa dell'ambiente per ottenere una sensazione di benessere. Una temperatura di 2 °C inferiore (ad esempio 20 °C invece di 22 °C) comporta un ulteriore risparmio energetico di circa 10 ~ 12% all'anno.

Fattore di risparmio n. 3: combinazione con energie rinnovabili

I pannelli radianti, in quanto sistemi a bassa temperatura, si prestano in maniera ideale alla combinazione con fonti di energia rinnovabili come la geotermia (calore terrestre) o quella solare. Ad esempio, una pompa di calore ottiene il massimo rendimento in abbinamento ad un sistema radiante grazie alle basse temperature di mandata e ritorno.

Fattore di risparmio n. 4: incentivi statali

Costruire e ristrutturare nell'ottica dell'efficienza energetica conviene. Non solamente per i costi di riscaldamento ridotti, ma anche per i programmi di incentivi statali.